Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

IL MULLAH OMAR

Libri — By Salvatore on giugno 10, 2011 at 12:57


Un uomo timido, riservato, un convinto patriota.

Al di là di ogni mistificazione, il Mullah Omar raccontato da Massimo Fini svetta, gigante, nella storia dell’Afghanistan.
Che è storia nostra, oggi che la “missione di pace” si rivela diversa dalla passeggiata sui blindati infiorati che qualcuno ipotizzava per i “portatori di pace”.
Laggiù non si distribuiscono colombe pasquali, né gli afghani si prestano a far da sciuscià per gli anfibi degli occupanti occidentali.
Il Mullah Omar è la guida carismatica di questo antico popolo guerriero che, contrariamente a quanto la vulgata induce a credere, non sono neppure arabi.

Massimo Fini racconta l’indomita lotta di quest’uomo contro l’arroganza straniera e così racconta il vero spirito di quelle genti lontane. Distanti razzialmente, se per razza s’intende la tensione spirituale che connota popoli e tradizioni. Così non si piegarono ai sovietici, né ai signori della guerra che fomentarono la guerra civile negli anni successivi. Non si piegano al malcostume e alla mollezza occidentale, preferendo uno stile di vita ascetico, di rinunce e preghiere anziché petrodollari e casinò.

E chi dice che le donne afghane fossero in rivolta per i burka talebani? Fini smentisce anche il noto luogo comune che eccita i salotti bene, raccontando invece il rispetto dei Talebani sinanche per le donne fatte prigioniere, mai oltraggiate, nutrite e rispettate.

Il Mullah Omar svela l’indecente ipocrisia delle guerre esportatrici di democrazia; fa luce sulla favola del terrorismo internazionale talebano; dissacra la pretesa dell’occidente di essere intrinsecamente migliore, descrivendo la nostra “passeggiata di pace” per quello che è davvero: occupazione armata di un paese libero.

 

Salvatore Puleo
Tags: , , , , , , ,

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment


*
Nice Theme
WordPress Themes